OGR IS VISUAL. ART LE STELLE DEL CONTEMPORANEO ACCENDONO LE NUOVE OGR DI TORINO

Il conto alla rovescia per il grande BIG Bang delle OGR Officine Grandi Riparazioni di Torino sta per terminare. Da domani sabato 30 settembre fino al 14 ottobre i grandi nomi dell’arte contemporanea internazionale saranno protagonisti della rinascita delle OGR. Uno straordinario luogo di 35.000 metri quadrati, nato a fine Ottocento e destinato sino ai primi anni ’90 alla manutenzione dei veicoli ferroviari, oggi riqualificato dalla Fondazione CRT e riconvertito a nuovo hub della ricerca artistica e tecnologica nel cuore della città.

Tra eventi e concerti, mostre interattive e laboratori per bambini e adulti con ingresso libero e gratuito per tutti, il 30 settembre saranno inaugurate l’opera d’arte pubblica di William Kentridge, il murale di Arturo Herrera e un futuristico allestimento temporaneo a firma di Patrick Tuttofuoco.

William Kentridge presenta Processione. I Riparazionisti, un intervento ispirato alla vocazione ex-industriale e operaia delle Officine Grandi Riparazioni. L’opera è la prima di una serie di commissioni pubbliche – le Corte Est Commissions – pensate per essere fruibili dall’intera città.

Patrick Tuttofuoco, artista italiano tra i più stimati della sua generazione, realizzerà, insieme ai piccoli ospiti di CasaOzTutto Infinito, un paesaggio futuristico di 2.500 metri quadri liberamente esplorabile dai visitatori: uno scenario ispirato dalle opere della collezione della Fondazione per l’Arte Moderna e Contemporanea CRT, e animato da laboratori aperti a tutti, a cura di Zonarte, il network che riunisce i Dipartimenti Educazione delle principali istituzioni piemontesi dedicate all’arte contemporanea.

Track è infine l’opera commissionata all’artista venezuelano Arturo Herrera e pensata per accogliere i visitatori delle OGR: il grande murale è ospitato sulla parete d’accesso delle Officine Nord, diventando una sorta d’ingresso nella manica dedicata alle arti.

 

Per maggiori info clicca qui

 

ogr

Fonte Abbonamento musei Torino Piemonte Newsletter 28 Settembre 2017

Foto credit Daniele Ratti